Ricordate tutti Alice nel paese delle Meraviglie, vero? Beh, ecco come mi piace definirmi. Una storia che mi rispecchia fin troppo, e non mi riferisco solo al nome. L’unica differenza? Il mio viaggio non è onirico, ma incredibilmente reale.

Islanda, il Paese delle Meraviglie

Immagino vi stiate chiedendo come son finita qui. Ormai è diventata una domanda che ho sentito fin troppo spesso, e nonostante ciò ancora oggi faccio fatica a trovare le parole per descrivere cosa mi abbia portata qui, e soprattutto cosa mi tenga ancora legata a questo paese.

Vi racconto un po' di me e della mia Islanda, e forse riuscirò a farvi capire…

Sono nata e cresciuta in un paesino nelle campagne del nord Italia e da quasi due anni vivo a Reykjavík, ma, per qualche strana ragione, da molto più tempo sento di appartenere a questa terra. Un legame inspiegabilmente profondo, cominciato quasi 15 anni fa quando per la prima volta ho sentito a una canzone della band islandese Sigur Rós, Svefn-g-englar

Islanda, il Paese delle Meraviglie

Sembra incredibile, lo so. Eppure ricordo quel momento come se fosse ieri, e mai avrei immaginato quanto quella canzone avesse potuto cambiare la mia vita!

La mia mente ha viaggiato per anni, e finalmente nel 2013 il sogno non era più solo un sogno. Sono arrivata a Reykjavík come volontaria presso una ONG locale; un progetto di 6 mesi, durante i quali l’Islanda e gli islandesi hanno cambiato letteralmente la mia visione delle cose, e della vita. Tornata in Italia non ci è voluto molto per capire che amavo l'Islanda più di quanto non amassi la mia città così ho rifatto le valigie, ed eccomi qui, ancora convinta di essere nel posto giusto.

Islanda, il Paese delle Meraviglie

E ora la domanda che tutti si pongono… perché proprio in Islanda?

 

Islanda, il Paese delle Meraviglie

Ebbene sì, Islanda.

Voi penserete a quella terra lontana dove fa sempre freddo, dove in inverno è sempre buio e d'estate c'è sempre luce (e non ho detto sole…); dove le raffiche di vento non mancano mai.

Penserete a quel paese dove gli abitanti parlano una lingua incomprensibile e credono negli elfi; dove ci sono più pecore che persone; dove le eruzioni dei nostri vulcani mettono in allerta tutta l'Europa.

Islanda, il Paese delle Meraviglie

Sì, proprio lei, l’Islanda.

Per chi non lo sapesse a me non piace essere negativa, e per me Islanda non è solo questo. Per me è un luogo magico dove l'energia di aria, fuoco, terra ed acqua ti esplodono nell'anima.

Dove ovunque io vada, i colori e la natura non smettono mai di stupirmi, e i paesaggi sembrano dipinti perfetti; dove la musica sa essere pura magia e ti basta chiudere per un istante gli occhi che ti sembra di volare.

Islanda, il Paese delle Meraviglie

Dove la lingua è tanto incomprensibile quanto affascinante. (Un esempio? Gluggaveður, letteralmente tempo da finestra: una giornata che sembra stupenda quando guardi fuori dalla finestra, ma se esci senza giacca ti rendi conto che fa un freddo cane.)

Islanda, dove la gente vive senza pensieri e senza problemi. Si insomma, dove la gente vive!

Islanda, il Paese delle Meraviglie

Che ci crediate o no, se decidete di viaggiare in Islanda vi basterà poco per cogliere il fascino di questa terra e innamorarvene. E quando l'Islanda ti entra nel cuore, non la dimentichi facilmente!

Contatta Alice