Tutte le esperienze migliori
Servizio clienti 24h/7g
Servizi di qualità verificati
Esperti di viaggi in Islanda

Informazioni su Thjorsa

4.7
4 Google recensioni
Tipo
Ghiacciai, Campi di lava, Cascate, Fiumi, Isole, Attrazioni culturali, Canyon, Formazioni rocciose
Distanza dal centro
19.7 km
Alta stagione
Spring
Adatto alle famiglie
No
Data stabilita
20 March 1990
Valutazione media
4.7
Numero di recensioni
4

Thjofafoss è una cascata del fiume Thjorsa, nel sud dell'Islanda.

Il maestoso Thjorsa è il fiume più lungo e il secondo più voluminoso d'Islanda. Con una lunghezza di 230 chilometri, attraversa il sud del paese.


Foto da Wikimedia, Creative Commons, di Grunkhead. Non sono state apportate modifiche.


Il fiume ha la sua sorgente nel ghiacciaio Hofsjokull, anche se diversi suoi affluenti, tra cui due dei più grandi, hanno origine nel ghiacciaio Vatnajokull.

Scopri le meraviglie naturali di quest'area con un tour self drive.

Attrazioni e attività

Lungo tutto il corso del fiume Thjorsa si trovano molte belle cascate, in particolare Thjofafoss, Budafoss, Urridafoss, Kjalkaversfoss, Dynkur, Gljufurleitarfoss e Hestfoss. Sebbene ci siano più cascate nel fiume, molte di queste sono più piccole o sono state influenzate dall'irrigazione del fiume.

Il Thjofafoss ha anche molti piccoli isolotti al suo interno. L'isola di Arnes è particolarmente degna di nota perché un tempo ospitava un "Thing".

Il Thing islandese era un'assemblea in cui i membri di un clan si riunivano per risolvere le controversie e approvare le leggi comunali sotto la guida di un legislatore. Ce n'erano più di trenta in tutto il paese prima della formazione dell'Althing che li univa, istituito nel Parco Nazionale di Thingvellir.

Questo avvenne nel 930 d.C. ed è oggi considerato il parlamento in carica più longevo del mondo.

Su Arnes, si possono vedere le rovine dell'"Arnesthing" sulla collina Thingholl. Qui vicino si trovano le rocce note come Galgaklettar ("Rocce della forca"). Come suggerisce il nome, si sospetta che in passato questo luogo fosse utilizzato per le esecuzioni. È probabile che qui venissero uccisi solo gli uomini. Piuttosto che essere impiccate, bruciate o decapitate, le donne accusate di crimini come l'infanticidio, l'omicidio e la stregoneria venivano solitamente annegate.

Un'altra isola degna di nota nel fiume è Videy, anche se non va confusa con l'isola omonima appena fuori dalla costa di Reykjavik, famosa per le sue opere d'arte come la Torre della Pace di Yoko Ono.

Questa Videy interna è meglio conosciuta per le sue foreste di betulle e per la presenza di oltre 70 specie di piante vascolari. Due di queste specie sono particolarmente rare in Islanda.   

Il fiume Thjorsa attraversa l'Islanda meridionale.Foto da Wikimedia, Creative Commons, di TommyBee. Non sono state apportate modifiche.

Il fiume Thjorsa offre anche grandi opportunità di pesca: nel fiume si trovano salmoni, trote, spinarelli, anguille e la platessa europea. In effetti, il Thjorsa e i suoi affluenti sono tra i fiumi più ricchi di salmoni del paese.

Anche le foche si trovano nel fiume, ma ovviamente la maggior parte di esse rimane vicino all'oceano. Sono state a lungo cacciate al suo interno, per le loro pelli, gli oli e per la loro tendenza a rubare o infettare le catture e a danneggiare le attrezzature da pesca. Questa pratica, tuttavia, ha subito un forte declino negli ultimi tempi.

Il rafting, la canoa e il kayak sono praticati nel fiume Thjorsa, anche se la maggior parte degli operatori che conducono tour nel sud preferiscono utilizzare le acque del fiume Hvita.

Attraversare il fiume

Il fiume può essere attraversato da due ponti: il più vecchio, Thrjotandi, fu costruito originariamente nel XIX secolo prima di essere ricostruito un po' più in basso nel fiume nel 1949. Il più giovane, Sandafell, si trova leggermente sotto la centrale elettrica di Sultartangastod.

Centrali elettriche

Il fiume ha sei centrali idroelettriche, costruite da Landsvirkjun. Si tratta di Burfellsstod, Sultartangastod, Hrauneyjafossastod, Sigoldustod, Vatnsfellstod e Budarhalsstod. Quest'ultima centrale è stata completata nel 2013. Si prevede di realizzarne altre nei prossimi anni.

Anche se non prive di controversie, le dighe idroelettriche come queste sono la principale fonte di energia elettrica dell'Islanda. L'energia geotermica è la seconda fonte, contrariamente a quanto la maggior parte delle persone crede.

Attrazioni nelle vicinanze

Categorie popolari

Link to appstore phone
Installa la più grande app di viaggio in Islanda

Scarica il più grande mercato di viaggi in Islanda sul telefono per gestire l'intero viaggio da un unico posto

Scansiona questo codice QR con la fotocamera del telefono e premi il link che compare per avere sempre in tasca il più grande mercato di viaggi in Islanda. Inserisci il numero di telefono o l'indirizzo e-mail per ricevere un SMS o un'e-mail con il link per il download.