Com'è la vigilia di Capodanno in Islanda? E a Reykjavík? Cosa rende il Capodanno in Islanda così speciale? Dove si tengono i migliori veglioni di San Silvestro a Reykjavík?



In anni recenti, l'Islanda è diventata famosa a livello internazionale per i suoi vivaci festeggiamenti della vigilia di Capodanno, ricchi di fuochi d'artificio. Gli abitanti vanno nelle strade ricoperte di neve e sparano fuochi pirotecnici in ogni direzione per ore e ore e poi fanno festa per tutta la notte in abiti scintillanti e doposcì.

Praticamente quasi ovunque in Islanda la notte di San Silvestro si seguono le stesse consuetudini.

Continua a leggere per avere consigli su dove vedere i fuochi artificiali, dove andare a fare festa e scoprirne di più sulla cultura della vigilia di Capodanno in Islanda. Assicurati di prenotare in anticipo un ristorante per la cena della notte di San Silvestro a Reykjavík; qui puoi controllare gli orari di apertura dei ristoranti in quella serata, nonché di musei, piscine e molto altro. 

Cosa fanno gli islandesi la vigilia di Capodanno?

New Year's Eve in Iceland


  • Gli islandesi si incontrano con familiari o amici intorno alle 18:00 o alle 19:00 per cenare
  • Dopo cena, verso le 20:00 o le 21:00, si riuniscono attorno al falò più vicino per salutare gli amici e sparare un po' di fuochi d'artificio
  • Dopo i falò, le strade si svuotano perché tutti tornano a casa per seguire uno spettacolo comico in televisione alle 22:30
  • Poco prima di mezzanotte, le persone si riversano nuovamente in strada per esplodere altri fuochi pirotecnici
  • Verso l'01:00 è il momento di fare festa: la maggior parte della gente si ritrova nelle case, ma anche bar e night club sono aperti fino alle ore piccole

Indipendentemente da dove ti trovi in Islanda, le consuetudini sono le stesse. In Islanda ho passato la vigilia di Capodanno sempre e solo a Reykjavík, ma so da fonti affidabili che vale lo stesso per Akureyri e Ísafjördur, con variazioni minime.

Ovviamente Reykjavík, essendo la città più grande, è quella dove le persone si sparpagliano di più. Mentre ad Akureyri e Ísafjördur la maggior parte della gente si riunisce in un unico posto.

La notte di San Silvestro a Reykjavík

Reykjavík fireworks on New Year's Eve, picture by Jonathan HoodFoto di Jonathan Hood

Dato che la maggior parte dei viaggiatori trascorreranno la vigilia di Capodanno a Reykjavík, mi concentrerò su questa città. Per prima cosa, preparati ad ammirare un SACCO di fuochi d'artificio. Pensa a quanti potresti vederne e poi moltiplicali per mille volte.

Gli islandesi spendono ogni anno una quantità incredibile di denaro in fuochi artificiali (centinaia di milioni di corone islandesi), in parte perché sono ossessionati dagli spettacoli pirotecnici della notte di San Silvestro, ma soprattutto perché in questo modo finanziano le squadre di ricerca e soccorso islandesi che dipendono fortemente dagli incassi derivanti dalla vendita di fuochi d'artificio e alberi di Natale.

Le squadre di ricerca e soccorso islandesi sono formate da volontari e spesso operano in ambienti rischiosi e con qualsiasi condizione meteorologica per aiutare le persone che si trovano in pericolo in tutto il Paese. I proventi della maggior parte delle vendite di fuochi pirotecnici vanno alle squadre di ricerca e soccorso, ma non quelli di tutte; quindi assicurati di acquistarli direttamente da loro, per esempio dalla Flugbjörgunarsveitin o dalla Landsbjörg.

La gente inizia a sparare un po' di fuochi d'artificio qualche giorno prima della notte di San Silvestro e prosegue fino al 6 gennaio, ma ovviamente la maggior parte vengono esplosi intorno alla mezzanotte della vigilia di Capodanno.

冰島新年倒數Foto: Arctic-Images/Getty Images

Spesso le persone vanno semplicemente agli angoli delle strade più vicini per sparare i fuochi pirotecnici, ma ci sono almeno un paio di posti famosi in cui la gente si riunisce per ammirare il suggestivo spettacolo.

I luoghi consigliati per sparare o guardare i fuochi artificiali sono l'Hallgrímskirkja o il Perlan. L'area che circonda la statua di Leifur Eiríksson davanti alla chiesa Hallgrímskirkja è molto popolare sia fra gli abitanti sia fra i turisti, anche perché è situata proprio in centro, nelle vicinanze di tutti i bar, se dopo vuoi andare a bere qualcosa.

Qualsiasi luogo sopraelevato che si affaccia sulla città può andar bene: per esempio, la zona attorno al Pearl a Öskjuhlíd è un'altra località popolare. Un altro posto adatto è vicino al mare, per esempio ad Ægissída, dove viene acceso un falò all'inizio della serata, oppure vicino alla scultura Sólfarid ("il viaggiatore del sole") o all'auditorium Harpa. O magari potresti voler vedere i fuochi d'artificio riflessi nel lago della città di Reykjavík, Tjörnin.

Views of Reykjavík's fireworks on New Year's Eve from Tjörnin

Qualsiasi posto tu scelga, porta una bottiglia di champagne, indossa i tuoi vestiti migliori (coperti da strati di lana o di pelliccia e abbinati a scarpe calde) e trova una festa a cui partecipare! Ti consigliamo inoltre di mettere gli occhiali di sicurezza, perché in questa occasione chiunque può sparare fuochi d'artificio (potresti vedere bambini con in mano stelle filanti o bengala) e, siccome esplodono in ogni direzione, gli incidenti capitano.

Dopo aver sparato i fuochi pirotecnici a mezzanotte, la gente di solito si riunisce nelle case per feste private. Se conosci qualcuno che vive a Reykjavík e ti invita a una festa, accetta la sua proposta. Anche se i bar sono aperti fino a molto tardi (o fino a molto presto, a seconda di come la vedi) potrebbero chiedere un biglietto di ingresso e probabilmente avere una lunga fila per entrare ed essere pieni di gente ubriaca. Di solito i bar chiudono alle 05:00, ma la notte di San Silvestro tendono ad allungare un po' gli orari di apertura. E poi a Capodanno c'è sempre un after-party da qualche parte. 



Inoltre, talvolta si tengono alcune sfarzose feste di gala; il Gamla Bíó, per esempio, ha organizzato alla fine del 2016 un veglione di San Silvestro che ha fatto il tutto esaurito, nonché una fastosa cena di gala il giorno di Capodanno con una serie di spettacoli di animazione e gruppi musicali. Controlla quali ristoranti offrono un sontuoso menù per cena prima di arrivare, se è quello che ti interessa, e assicurati di prenotare in anticipo.

Infine, la vigilia di Capodanno sono disponibili tantissimi tour. Per esempio, questo tour dei falò e dei fuochi pirotecnici ti condurrà vicino a uno dei più grandi falò della città intorno alle 20:00 e poi in un luogo dal quale potrai ammirare la città a mezzanotte.

Oppure, se preferisci osservare la città da lontano, puoi partecipare a questa crociera dei fuochi artificiali della notte di San Silvestro o a questo festeggiamento della vigilia di Capodanno sul mare; entrambi durano circa 1 ora e mezza/2 ore intorno alla mezzanotte e poi ti riportano in città, dove potrai partecipare alle feste in centro. 

I falò della vigilia di Capodanno a Reykjavík

Ci sono un sacco di falò fra cui scegliere la notte di San Silvestro in Islanda. Solo nell'area metropolitana di Reykjavík ce ne saranno almeno 15 - 17, ma in tutta l'Islanda si arriva anche a 90 falò. La maggior parte iniziano intorno alle 20:00 o 20:30 e finiscono alle 21:30 o 22:00, quando la gente torna a casa per guardare in televisione lo spettacolo comico satirico annuale.

Uno dei più grandi di Reykjavík, e anche quello nella posizione più centrale, si trova vicino al mare su via Ægissída, nella parte occidentale della città.

Spesso questi falò sono accompagnati da canti e da spettacoli pirotecnici organizzati dalle squadre di ricerca e soccorso islandesi. Essendo presto, il cielo non si è ancora riempito del fumo dei fuochi d'artificio, quindi è possibile ammirare le aurore boreali, se ce ne sono.

Spesso per la vigilia di Capodanno le persone si vestono in maniera divertente, indossano cappelli buffi o splendidi make-up glitterati. Ma ricorda comunque di coprirti bene!

Lo spettacolo comico islandese di Capodanno: Áramótaskaup

Prima della mezzanotte della vigilia di Capodanno la gente gusta una cena squisita, si raduna attorno ai falò sparsi per la città e poi alle 22:30 guarda in televisione uno spettacolo comico satirico (lo vedono praticamente tutti, al punto che diventa un argomento di conversazione comune durante i veglioni: quest'anno è stato bello o brutto? Quale sketch ti è piaciuto di più?) 

Questo programma si chiama Áramótaskaup, o Skaupid in breve, che significa "commedia di Capodanno", o semplicemente "la commedia". Va in onda da quando il principale canale televisivo islandese ha iniziato a trasmettere nel 1966 ed è diventato parte integrante dei festeggiamenti della nazione per la fine dell'anno.

Questo programma televisivo di 50 minuti racchiude vari sketch brevi che ironizzano sui principali eventi accaduti durante l'anno appena trascorso. Gli islandesi amano prendersi in giro e in questo spettacolo comico annuale nessuno viene risparmiato, in particolare il presidente, gli artisti o i politici islandesi.

Nel video qui sopra puoi vedere uno sketch in inglese che ironizza sul modo in cui l'Islanda si presenta alle altre nazioni e su come spesso i turisti vedono l'Islanda in maniera rosea. Questo sketch risale al 2014, all'inizio di un boom turistico nel Paese. Online si possono trovare molti altri sketch, ma sono tutti in islandese.

Nell'edizione del 2016, si è parlato del "canto dei vichinghi" perché quell'anno l'Islanda aveva partecipato agli europei di calcio. C'era un finto Magnús Magnússon che rilasciava un'intervista a cuore aperto su quanto si fosse sentito a disagio per non essere riuscito a battere le mani a tempo col "canto dei vichinghi". Altri argomenti di quell'anno sono stati la mania per Pokémon Go, le elezioni politiche, i Panama Papers, i tagli al sistema sanitario e un hotel che è stato beccato a far pagare ai clienti l'acqua del rubinetto imbottigliata.

Ogni anno lo attendiamo con impazienza perché ci sono sempre un sacco di cose su cui fare ironia.

Altri eventi culturali nel periodo di Capodanno in Islanda

Non vale la pena visitare l'Islanda solo per il 31 dicembre. Oltre ovviamente alle celebrazioni del Natale la settimana precedente, ci sono anche altri eventi culturali davvero imperdibili.

Nel 2017 il più significativo è stato il festival musicale dei Sigur Rós Nordur & Nidur, che letteralmente significa "nord e giù", ma che metaforicamente vuol dire "vai all'inferno". Questa rassegna di musica, danza e arti visive è durata 4 giorni, dal 27 al 30 dicembre. Oltre a numerosi artisti locali, compresi i Sigur Rós stessi e la compagnia di danza di Reykjavík, si sono esibiti anche artisti internazionali come Jarvis Cocker, Mogwai e Peaches.

Inoltre, il 30 dicembre, l'icona pop locale Páll Óskar ha replicato il suo più grande spettacolo: uno straordinario show musicale tutto danza, lustrini e bombe di coriandoli. Ha eseguito tutti i suoi più grandi successi dal 1991 al 2017, contornato da luci a LED, bastoncini luminosi, palloncini, gommoni di salvataggio, divani, bombe di coriandoli, una band di 5 elementi e un sacco di ballerini. 

Se non ti va di ballare, ma preferisci vestirti bene e goderti qualcosa di più classico, ogni anno, pochi giorni dopo Capodanno, l'Orchestra Sinfonica Islandese organizza il suo evento più popolare, i Preferiti Viennesi, o Concerti di Vienna, presso lo splendido auditorium Harpa di Reykjavík.

Se invece ti attirano i costumi e l'intrattenimento spumeggiante, dai un'occhiata alle performance drag e di cabaret al Gaukurinn.

Inoltre, ci sono una serie di concerti minori che si svolgono più o meno in questo periodo: controlla i nostri consigli settimanali nell'articolo sui migliori festival in Islanda



La vigilia di Capodanno nella campagna islandese

Come già detto, la notte di San Silvestro è più o meno uguale a Reykjavík e in qualsiasi altra città dell'Islanda, a parte il fatto che ci saranno meno bar aperti dopo la mezzanotte fra cui scegliere. Il filmato qui sopra è stato girato a Keflavík, giusto per farti un'idea. 

La prima parte della serata di solito si trascorre con la famiglia; poi, dopo mezzanotte, ci si incontra con gli amici e si va a ballare. Se soggiorni in un paesino, o da qualche parte in campagna, chiedi agli abitanti del luogo cosa si fa di solito e se magari viene organizzato un ballo di Capodanno o un concerto a cui puoi partecipare.

Se invece preferisci fuggire dalla confusione festaiola e ritrovarti in assoluta tranquillità in compagnia solo delle persone più care, allora puoi affittare una baita immersa in uno stupendo paesaggio invernale, con una vasca idromassaggio riscaldata per rilassarti e guardare le stelle e un caminetto crepitante davanti al quale metterti comodo. Verifica le opzioni disponibili su Bungalo.com.

Celebrare l'arrivo del nuovo anno in Islanda è anche l'occasione ideale per prendere parte a un'avventura invernale, quindi dai un'occhiata all'ampia gamma di pacchetti invernali e tour self drive invernali disponibili: potrai ammirare splendide cascate, ghiacciai, grotte di ghiaccio e, ovviamente, le meravigliose aurore boreali.

E, per finire, "felice anno nuovo" in islandese si dice Gledilegt nýtt ár!