Cosa si può fare in Islanda a dicembre? Com'è il tempo? È comunque possibile partecipare ai tour? Riuscirò a vedere l'aurora boreale? Come celebrano Natale e Capodanno gli islandesi? Leggi qui per scoprire tutto quello che c'è da sapere sull'Islanda a dicembre. 



Dicembre è uno dei mesi più freddi e bui in Islanda. La neve si accumula e il sole fa capolino nel cielo solo per 4 o 5 ore al giorno. Ma non per questo l'Islanda a dicembre deve risultare deprimente!

Anche se può sembrare un po' tetra, lo spirito delle feste che si diffonde in tutta la nazione durante il periodo natalizio combatte la tristezza stagionale.

Snowy scenes by Reykjavík City Pond in December

Molti tour e la maggior parte dei siti più rinomati in Islanda sono accessibili anche a dicembre; per alcune attività, come le esplorazioni delle grotte di ghiaccio e la caccia alle aurore boreali, è addirittura il momento migliore.

Snowy views of Iceland's south coast

Quando il clima è freddo, la neve e il ghiaccio trasformano l'isola in qualcosa di nuovo, qualcosa di etereo; detto questo, ci sono alcune cose di cui tenere conto per sfruttare al massimo il proprio soggiorno in tutta sicurezza.

Continua a leggere per scoprire tutto quello che c'è da sapere sull'Islanda a dicembre. 



Cosa fare in Islanda a dicembre

Anche se fuori fa freddo e molte strade sono chiuse, i viaggiatori avranno comunque un'infinità di cose da fare in Islanda a dicembre. Nel periodo natalizio, la città di Reykjavík prende vita grazie ai numerosi eventi di animazione, mentre nei dintorni si svolgono comunque molti tour, quindi ci sono un sacco di cose da fare sia in città che fuori.

Le festività in Islanda

Reykjavík on New Years Eve.

Essendo un Paese principalmente luterano, l'Islanda ha sviluppato delle tradizioni natalizie uniche e meravigliose. Infatti, dicembre viene ampiamente considerato il secondo periodo migliore dell'anno per visitare l'Islanda in virtù della gioia trasmessa dalla Yule.

In islandese, e nelle lingue scandinave imparentate, questa festività viene chiamata Jól, che riecheggia la parola Yule in inglese. Il Natale in Islanda è la celebrazione della luce, poiché le giornate iniziano a diventare più lunghe dopo il solstizio d'inverno. La frase "Gledileg jól!" ("Buon Natale!") riecheggia nelle strade di Reykjavík come caloroso saluto ai passanti. 



Bright and snowy day in Reykjavík's botanical garden

Ufficialmente l'Islanda si è convertita al cristianesimo nell'anno 1000 durante una seduta dell'Althingi, ma alcune pratiche pagane sono proseguite anche dopo questa adozione formale e anzi erano in realtà avallate dalla legge se "esercitate in segreto". Persino oggi, l'Ásatrú, la religione norrena, rappresenta circa l'1% della popolazione che dichiara un'affiliazione religiosa. 

Le celebrazioni natalizie si svolgono in Islanda durante l'Avvento e fondono insieme il luteranesimo e il paganesimo. Le festività iniziano ufficialmente la quarta domenica prima della vigilia di Natale, quando in tutto il Paese vengono illuminati gli alberi di Natale.

Nella piazza della capitale Austurvöllur ("il campo orientale"), viene acceso nel corso di un evento molto popolare il grande albero di Natale di Oslo (ebbene sì, viene dalla Norvegia!). Partecipandovi, vedrai il primo degli jólasveinar!

Questi tredici fratelli, riportati alla ribalta in Islanda negli anni 30 del secolo scorso dal poeta Jóhannes úr Kötlum, adesso vestono i panni di Babbo Natale. In origine, tuttavia, erano troll brutti, dispettosi e terrificanti. Sono subdoli, ma non per forza spaventosi (la cosa è soggettiva: un troll sbatte le porte, un altro prende il latte dalle mucche e un altro ancora spia dalle finestre; uno addirittura ruba le candele fatte di strutto, presumibilmente per evitare la fame). 

Prima della poesia di Jóhannes úr Kötlum, che ha catalogato formalmente i 13 jólasveinar ("ragazzi del Natale" o "Yule Lads" in inglese), questi personaggi cambiavano in continuazione: l'elenco comprendeva anche alcuni pazzi simili a zombie, come Lungnasléttir ("Colui che sbatte il polmone"), che aveva i polmoni fuori dal petto e li usava per picchiare i bambini.

Ma è la loro madre, una gigantessa di nome Grýla, che ricopre il ruolo più pauroso in questa storia. È una cannibale, insieme al suo terzo marito, Leppalúdi, che è parecchi secoli più vecchio di lei ma anche più amabile. Grýla scende dalla montagna ogni Natale per rapire e mangiare i bambini cattivi (e, forse, anche gli adulti). 

Grýla ha un enorme gatto nero, il gatto di Yule o Jólakötturinn; anche lui mangia i bambini, ma solo quelli che non hanno ricevuto vestiti per Natale. In anni più recenti, queste storie sono state edulcorate perché i genitori temevano che questi personaggi fossero troppo crudeli e spaventosi per i figli.

Nel video qui sotto puoi ascoltare la cantante islandese Björk che canta una canzone di Natale sul gatto di Yule in modo autenticamente islandese.

Al giorno d'oggi, queste figure contribuiscono alla gioia dell'Avvento, che prosegue fino al 23 dicembre.

In Islanda i ristoranti servono popolarissimi "buffet di Natale" presi d'assalto da famiglie e colleghi; i negozi restano aperti fino alle 22:00 dal 15 dicembre fino al 23 dicembre. Anche i bar ospitano spettacoli e concerti di Natale.

Tieni presente che in Islanda alcuni negozi e ristoranti, nonché alcuni tour, potrebbero essere chiusi per qualche giorno durante le festività, o avere orari di apertura ridotti: in particolare, il 24, il 25 e il 26 dicembre, oltre che il 31 dicembre e il 1° gennaio. Gli islandesi si scambiano i regali e organizzano le feste di Natale più importanti la sera della vigilia. 

Sul sito web Visit Reykjavík puoi trovare gli orari di apertura natalizi di vari negozi, ristoranti e altri luoghi di ritrovo in Islanda da novembre in poi.

Per immergerti completamente nello spirito natalizio, puoi andare nella cittadina di Hafnarfjördur, nell'area metropolitana di Reykjavík. Questo insediamento ha profondi legami con il folclore e la tradizione e i suoi residenti fanno del loro meglio per mantenerli vivi. Durante le festività, il moderno centro cittadino si trasforma in un villaggio natalizio da favola. 

A traditional Icelandic turf church in winter. La chiesa del museo all'aperto Árbæjarsafn. Foto diRegína Hrönn Ragnarsdóttir

Probabilmente, però, il posto migliore per farsi pervadere dallo spirito natalizio è il museo all'aperto Árbæjarsafn, che fa parte del più vasto museo della città di Reykjavík. Di solito questo museo è aperto solo d'estate; a dicembre, tuttavia, apre anche nei weekend dalle 13:00 alle 17:00.

L'area ospita le chiese e le case dal tetto verde della vecchia Islanda, nonché rappresentazioni dei modi in cui gli islandesi di varie classi sociali celebravano tradizionalmente questa festività. Il Natale in Islanda è sempre stato una ricorrenza importante e i festeggiamenti a Hafnarfjördur ti consentiranno di scoprirne di più sul passato di questo Paese mentre ti gusti una tazza di cioccolata calda. 

A Hafnarfjördur ci sono anche un delizioso negozio di articoli da regalo che vende dolci e gadget natalizi, una stalla dove è possibile vedere come venivano fabbricate le candele di sego (che erano considerate un regalo fantastico perché fornivano luce per tutto l'inverno ma che, non bisogna dimenticarlo, attiravano anche uno degli jólasveinar, Kertasníkir, cioè "Colui che prende le candele") e alcune case in cui è possibile assaggiare i piatti tipici della cena di Natale: l'agnello affumicato, o hangikjöt,e il pane con le foglie, o laufabraud (che non è fatto con le foglie ma decorato con motivi che le ricordano). 



The Christmas shop is full of confectionary, and staffed by women in traditional regalia. Foto diRegína Hrönn Ragnarsdóttir

Alle 13:00 partono le visite guidate al museo, mentre alle 14:00 c'è una funzione di Natale nella chiesa dal tetto verde. Gli jólasveinar intrattengono gli ospiti dalle 14:00 alle 16:00; alle 15:00, invece, c'è una celebrazione nella piazza della cittadina ricostruita.

I biglietti per il museo possono essere comprati in loco, oppure si può acquistare una Visit Reykjavík City Card che comprende l'ingresso a tutti i musei e gallerie della capitale. Questo museo offre una fantastica opportunità per apprezzare lo spirito delle feste in Islanda a dicembre.

Se vuoi goderti le festività al di fuori della regione della capitale, puoi andare al Wilderness Centre Óbyggdasetur Íslands. Per tutto dicembre, organizzano dei tour "Nostalgia di Natale", che ti permetteranno di scoprire la storia di questa ricorrenza in Islanda mentre assapori pietanze tipiche natalizie fatte in casa presso questa località degli altopiani dell'interno. 



New Year's Eve fireworks from Faxafloi Bay

La notte di San Silvestro in Islanda

La vigilia di Capodanno è la notte più animata ed eccitante della città di Reykjavík.

Al volgere dell'anno, migliaia e migliaia di persone si riversano nelle strade per ammirare uno dei più grandi spettacoli di fuochi d'artificio del mondo; gli abitanti acquistano i fuochi pirotecnici in grandi quantità dalla squadra di ricerca e soccorso (per finanziarla!) e li accendono un po' ovunque, ma i posti più popolari sono l'Hallgrímskirkja e il Perlan. 

Il miglior punto di osservazione è, senza dubbio, l'Hallgrímskirkja, la grande chiesa che sovrasta la città; comunque puoi star certo che ti godrai uno spettacolo piacevole da qualsiasi angolo del centro abitato. Per maggiore sicurezza, prima dell'evento, potrai acquistare in giro per la città degli occhiali protettivi: è sempre opportuno proteggersi quando si è nelle vicinanze o mentre si usano fuochi d'artificio. 



The Imagine Peace Tower on Viðey IslandFoto del tour all'Imagine Peace Tower

Oltre a Natale e Capodanno, i visitatori che vengono in Islanda potrebbero essere interessati ad altri due eventi culturali. Ogni anno, il giorno del solstizio d'inverno (il 21 dicembre), l'Imagine Peace Tower sull'isola di Videy viene riaccesa, fino al 31 dicembre. È possibile prendere un traghetto per raggiungere l'isola e assistere a questa cerimonia.

Talvolta vi partecipa anche Yoko Ono, che ha concepito l'idea in memoria di John Lennon. Sulla base della torre c'è scritto "Pace" in 24 lingue e il pilastro di luce proiettato in aria può essere visibile fino a una distanza di 4 chilometri nelle notti più limpide.

La notte di San Silvestro, a Reykjavík si svolge anche una corsa di 10 chilometri. L'evento è molto popolare fra gli abitanti, che spesso indossano travestimenti per vincere premi. La corsa inizia e finisce presso l'Harpa.

L'esplorazione delle grotte di ghiaccio a dicembre

Ice caves are spectacular, rare features, that only appear under certain conditions.

Le festività non sono tuttavia l'unico motivo per venire in Islanda a dicembre. Ci sono un sacco di fantastiche attività disponibili e fra queste l'esplorazione delle grotte di ghiaccio è una delle più famose e spettacolari.

L'acqua che scorre sotto i ghiacciai scava dei tunnel al loro interno, consentendo ai visitatori di esplorare l'incredibile mondo nascosto dentro una cappa di ghiaccio. Questo eccezionale fenomeno naturale si verifica in tre ghiacciai in Islanda a dicembre, regalandoti così l'opportunità di scoprire come avviene. 

Le grotte di ghiaccio islandesi sono una meravigliosa parte di questo Paese, ma sono delle formazioni naturali, il che significa che non si piegano ai nostri desideri. Dopo forti piogge spesso si allagano e questo può comprometterne l'integrità strutturale; in tal caso, i tour hanno luogo solo se ci sono le necessarie condizioni di sicurezza.

A causa dei rischi associati all'esplorazione di una grotta di ghiaccio di cui non si conosce la stabilità, questa attività dovrebbe essere intrapresa solo insieme a una guida esperta nel corso di un tour ufficiale.

The ice caves can be vast spaces, but none are permanent.

Il Vatnajökull, il più grande ghiacciaio d'Europa, è la destinazione più comune principalmente per gli incredibili siti che lo circondano e che sono accessibili per tutto l'inverno.

Uno di questi è la riserva naturale Skaftafell; a dicembre, i ghiacciai sono passati da un mix di neve bianca e cenere nera al blu vivace del ghiaccio e avanzano verso il parco, rendendo più breve e semplice il trekking per raggiungerli.



Katla Ice Cave, which is only accessible until the end of December.Foto del tour della grotta di ghiaccio di Katla

Un altro di questi siti è la laguna glaciale Jökulsárlón; gli iceberg che la invadono sono incantevoli ed è una delle località migliori e più accessibili per l'osservazione delle foche d'inverno.

Un'opzione più vicina a Reykjavík è il tour di esplorazione delle grotte di ghiaccio nel Mýrdalsjökull, la cappa di ghiaccio che ricopre uno dei vulcani attivi d'Islanda, il Katla. Anche se questo tour non ti condurrà lungo tutta la costa meridionale, potrai comunque ammirare la maggior parte dei suoi siti principali, come le cascate Seljalandsfoss e Skógafoss, che potrebbero essere gelate!

Nell'escursione che parte da Vík, potrai vedere anche la spiaggia di sabbia nera Reynisfjara, i faraglioni Reynisdrangar e l'arco roccioso di Dyrhólaey

D'inverno questo luogo è particolarmente scenografico; le onde che si infrangono contro le rocce e lungo il bagnasciuga sono enormi e imprevedibili. Ammirale, ovviamente, ma mantieniti a più di 30 metri dall'acqua perché questa riva è tristemente nota per le onde anomale che spesso la battono.



La caccia alle aurore boreali a dicembre

The Northern Lights over Buðir, on the Snæfellsnes Peninsula.

Essendoci solo 4 ore di luce solare nel periodo del solstizio d'inverno, avrai un sacco di opportunità per andare a caccia di aurore boreali durante le 20 ore di buio che caratterizzano ogni giornata. Bastano solo due condizioni per un avvistamento perfetto: un'alta attività solare e una copertura nuvolosa minima.

Puoi controllare entrambi questi aspetti sul sito web dell'ufficio meteorologico islandese, nella sezione dedicata alle aurore. Se entrambe queste circostanze promettono bene, allora avrai delle buone possibilità di osservare le aurore.



The Northern Lights over a lake in Iceland.

Ci sono tre modi diversi per cercare di vedere le aurore boreali in Islanda. Per prima cosa, puoi restare a Reykjavík e tentare di avvistarle dai suoi luoghi più bui, come il faro di Grótta o il parco Klambratún. Se sono particolarmente forti, potresti riuscire a vederle anche da posti con un leggero inquinamento luminoso, come una strada scarsamente illuminata o la finestra del tuo hotel.

I problemi principali di questo approccio sono che l'inquinamento luminoso riduce l'intensità delle aurore e che non puoi allontanarti dalla copertura nuvolosa con la stessa facilità che avresti se fossi in un veicolo.

The auroras over Grotta Lighthouse, in Reykjavík.

La seconda opzione è andare a caccia delle aurore boreali da soli con un'auto a noleggio (o con la propria), usando il sito web dell'ufficio meteorologico islandese per trovare le zone migliori. In questo modo, eviterai l'inquinamento luminoso della città; in più, sarai anche in grado di trovare punti di osservazione senza nessun altro nei paraggi.

Ovviamente, questa alternativa può essere scelta solo da guidatori sicuri di sé e che abbiano una buona conoscenza delle strade che intendono prendere in modo da non ritrovarsi in situazioni spiacevoli.

Seeing the Northern Lights is on most people's bucket list.

L'ultima opzione è, in ogni caso, la più semplice e la più sicura: partecipare a un tour per vedere le aurore boreali. Queste escursioni sono condotte da guide esperte che non solo conoscono bene le strade islandesi e le loro condizioni, ma sono anche particolarmente preparate sulle aurore boreali. Potranno quindi spiegarti questo fenomeno, rispondendo a tutte le tue domande in proposito, e anche aiutarti con le impostazioni della tua macchina fotografica. 

Inoltre, se l'escursione viene annullata per le condizioni sfavorevoli, o le previsioni erano sbagliate e non appaiono aurore boreali, potrai partecipare gratuitamente a un altro tour per poterle vedere. 

Parecchie escursioni per vedere le aurore boreali sono molto convenienti, come questo tour delle aurore boreali con audioguida, che è disponibile in 10 lingue; si svolge a bordo di un grande autobus e ti condurrà nei più noti punti di osservazione con le migliori condizioni.

Se desideri un'esperienza più personale, ci sono moltissime opzioni di tour privati. Alcuni si svolgono in super jeep, un veicolo che ti consentirà di arrivare in luoghi che non possono essere raggiunti dagli autobus più grandi, garantendoti così che i posti dove ti fermerai non saranno affollati. Puoi anche partecipare alle crociere per vedere le aurore boreali da Reykjavík.

I tour dei ghiacciai in Islanda a dicembre

Anche il trekking sui ghiacciai è una scelta ovvia se vieni in Islanda a dicembre. Le escursioni sul Sólheimajökull e sullo Skaftafellsjökull sono entrambe abbastanza semplici in questo periodo dell'anno.

Il Sólheimajökull può essere raggiunto in giornata con questa semplice escursione sul ghiacciaio Sólheimajökull, perché è situato sulla costa meridionale fra la Skógafoss e Vík. Alcuni di questi tour comprendono, per aggiungere un pizzico di avventura, anche un'arrampicata su ghiaccio, come questa escursione sul ghiacciaio Sólheimajökull con arrampicata su ghiaccio



The dramatic landscape atop Skaftafellsjökull. Foto del tour Alla scoperta del ghiacciaio | Trekking dal ghiacciaio Vatnajökull

Lo Skaftafellsjökull si trova sulla parte opposta della costa meridionale, all'interno della riserva naturale Skaftafell. Le viste da questo ghiacciaio sono spettacolari.

A dicembre la maggior parte dei tour in quest'area partono dalla località stessa, come questo trekking sul ghiacciaio Skaftafell (difficoltà media), quindi dovrai incontrare il gruppo direttamente al parco. Sono disponibili anche pacchetti di 2 giorni e pacchetti di 3 giorni che comprendono escursioni guidate sui ghiacciai e tour dei siti vicini, come la laguna glaciale Jökulsárlón.

Le escursioni sui ghiacciai sono eccezionali per i panorami meravigliosi, ma offrono molto più di questo. Stuzzicano il tuo senso dell'avventura e sono condotte in completa sicurezza da guide esperte che ti spiegheranno tutto sulla formazione dei ghiacciai e sulla loro possibile futura estinzione. 



Le gite in motoslitta in Islanda a dicembre

Snowmobiling on Langjökull glacier. Foto dell'Avventura in motoslitta sul ghiacciaio Langjökull

Puoi anche partecipare a un tour in motoslitta. La maggior parte delle gite in motoslitta in Islanda si svolgono sul ghiacciaio Langjökull e partono da Reykjavík; quindi puoi abbinarle ad altre escursioni come il Circolo d'Oro.

Questa esperienza elettrizzante dura di solito un'ora, in cui sarai libero di sfrecciare sulla neve fresca. L'operatore turistico ti fornirà tutto il necessario per essere sicuro e al caldo lungo il tragitto, ma dovrai comunque avere un abbigliamento invernale appropriato sotto l'equipaggiamento e una patente di guida valida se vorrai guidare tu la motoslitta.

Sul Langjökull, è possibile visitare anche dei tunnel artificiali scavati nella parte più stabile del ghiacciaio: un castello di ghiaccio intarsiato con sculture di ghiaccio e camere separate.

Mentre questa escursione nel tunnel di ghiaccio è disponibile tutto l'anno, le grotte di ghiaccio naturali sono aperte solo per un breve periodo. Però, il tour nel tunnel di ghiaccio ha il vantaggio di avere meno probabilità di essere annullato a causa delle condizioni pericolose. 



I giri turistici in Islanda a dicembre

Ovviamente, ci sono un sacco di località in cui puoi semplicemente fare giri turistici per tutto dicembre. Il popolare Circolo d'Oro, la costa meridionale dell'Islanda fino alla laguna glaciale Jökulsárlón, la penisola di Snæfellsnes e la penisola di Reykjanes sono quasi sempre accessibili. Puoi scegliere fra un'infinità di tour, oppure noleggiare un veicolo 4WD e decidere di guidare tu stesso (maggiori dettagli più sotto).

Guidare negli altopiani dell'interno non è possibile a meno che non partecipi a questa escursione invernale guidata in monster truck di 3 giorni per la Landmannalaugar. Le strade sono ricoperte da metri di spessa neve, al punto che i cartelli stradali potrebbero esserne completamente occultati.

Vestrahorn mountain in southeast Iceland

L'accesso al nord e all'est dell'Islanda e soprattutto ai Fiordi Occidentali potrebbe essere limitato a causa delle condizioni meteorologiche e delle strade.

È comunque possibile prenotare questo pacchetto invernale guidato di 6 giorni per l'Islanda meridionale, orientale e settentrionale e questo tour self drive invernale di 7 giorni per il nord dell'Islanda. Gli itinerari sono flessibili perché d'inverno in Islanda il meteo è una forza da cui non si può prescindere. 

Relaxing in Iceland's Blue Lagoon

Non importa cosa ti riserva il tempo, è sempre gradevole stare ammollo nell'acqua calda, quindi prenotare una gita alla Laguna Blu o provare qualcuna delle migliori piscine e vasche idromassaggio riscaldate di Reykjavík è di sicuro un'attività piacevole e può diventare anche entusiasmante, se c'è una bufera di neve che imperversa mentre ti rilassi nell'acqua bollente.



Cose da sapere sull'Islanda a dicembre

Warnings such as this should be a reminder that the roads in Iceland's winter are hazardous Foto di Radka Valova

Gli eventi di Natale e Capodanno sono le principali attrattive dell'Islanda a dicembre, ma ci sono anche un sacco di altre attività che non dovresti tralasciare, quindi è importante sapere come prepararsi per un viaggio d'inverno in Islanda. I due aspetti da tenere in considerazione più di qualsiasi altra cosa sono il tempo e le strade.

Il tempo in Islanda a dicembre

D'inverno in Islanda di solito le temperature sono piuttosto gelide, aggirandosi fra -1°C e 4°C. Dicembre è uno dei mesi più piovosi nel Paese, con i suoi 97 mm di precipitazioni.

In questo mese le nevicate sono frequenti, ma è abbastanza improbabile che Reykjavík sia imbiancata; infatti il clima della capitale è più mite rispetto a quello del resto del Paese e quindi la neve la ricopre in maniera sporadica solo nel periodo fra gennaio e aprile.

Per essere sempre preparato, assicurati di avere cappello e guanti, intimo termico, indumenti pesanti e strati esterni impermeabili e antivento; ti serviranno anche un paio di scarponi da trekking robusti, se vuoi esplorare la natura.

Oltre al freddo e alla pioggia, a dicembre in Islanda c'è anche molto vento, che sferza gli angoli e le strade laterali. Lo stesso sistema di bassa pressione che attraversa l'Islanda in autunno prosegue anche d'inverno, quindi ricordati di indossare in ogni occasione capi caldi e scarpe robuste. 

Ovviamente è anche buio. E la combinazione di tenebre, freddo e umidità può davvero buttarti giù di morale. È importante quindi fissare orari precisi per svegliarsi al mattino e per andare a letto la sera per evitare la depressione stagionale. E tieni gli occhi aperti per ammirare le luci: sia le bellissime luminarie natalizie che adornano le strade cittadine sia quelle delle aurore boreali. 


Be sure to check Iceland's roads and weather before exploring the countryside

Guidare in Islanda a dicembre

A causa di queste basse temperature spesso le strade sono ghiacciate. Quindi, se hai intenzione di noleggiare un'auto, ti consigliamo assolutamente di scegliere un veicolo 4x4. Se vuoi guidare fuori dalla capitale e nelle campagne, è davvero essenziale.

Se non hai mai guidato con la neve o sul ghiaccio, o non ti senti sicuro, invece di noleggiare un'auto, potrebbe essere meglio partecipare ai tour che si svolgono in tutto il Paese, lasciando ai più esperti il volante.

Questa è sicuramente l'opzione più semplice, sicura e priva di stress; non dovrai guidare nemmeno per andare dall'aeroporto internazionale di Keflavík a Reykjavík!

Icelandic horses braving a snowstorm

Per immergerti completamente nella natura senza dover essere tu a guidare, potresti prenotare un pacchetto invernale guidato, che ti porterà in tutti i siti di interesse. Se invece preferisci guidare tu stesso, sono disponibili anche un'infinità di pacchetti invernali self drive fra cui scegliere.

Se decidi di guidare da solo in Islanda a dicembre, assicurati di conoscere il percorso preciso che seguirai prima di partire e di comunicarlo a qualcuno. In questo periodo le strade degli altopiani dell'interno e molte di quelle dei Fiordi Occidentali sono chiuse e non vorrai di certo trovarti in difficoltà o restare bloccato dalla neve. Puoi verificare costantemente quali strade sono aperte sul sito road.is, ma le strade potrebbero venir chiuse anche mentre ci stai transitando, quindi sconsigliamo la guida autonoma d'inverno.

Il sito web dell'ufficio meteorologico islandese ti darà tutte le informazioni di cui hai bisogno sul tempo in Islanda a dicembre. Per esempio, alcune strade, come la Strada 1 lungo la costa meridionale, sono particolarmente esposte a forti venti, mentre altre sono soggette a valanghe in seguito a forti precipitazioni, quindi organizza i tuoi itinerari di conseguenza e sii flessibile se ti rendi conto che la tua sicurezza potrebbe essere a rischio.



Il romanticismo in Islanda a dicembre

The Oslo Christmas Tree in Reykjavík. Photo from Wikimedia, Creative Commons, photo by Helgi Halldórsson

Dicembre è un mese popolare anche per le fughe romantiche. Grazie allo spirito delle feste, a una spruzzata di neve, alle aurore boreali e a un'ampia varietà di tour, il Paese diventa un suggestivo paradiso invernale che attira coppie innamorate da tutto il mondo.

Marriage proposal under Christmas decorations in Reykjavík in DecemberUna proposta di matrimonio nel paradiso invernale del centro cittadino di Reykjavík. Foto di jrbowe.

In più, nel periodo natalizio la città e i paesini circostanti sono al culmine della loro bellezza, adornati da luci e decorazioni, che ravvivano le notti buie e creano uno scenario da favola.

Ci si può mettere comodi negli accoglienti bar, passeggiare lungo le strade innevate, esplorare le suggestive campagne e ammirare le aurore boreali la sera, godendosi così quest'aria romantica e festiva. 



Un itinerario consigliato per l'Islanda a dicembre

The auroras over Jökulsárlón

Puoi trascorrere una splendida vacanza di 8 o 9 giorni in Islanda a dicembre scegliendo fra varie opzioni; potresti soggiornare a Reykjavík, oppure potresti decidere di visitare quanti più paesaggi naturali islandesi possibili. 

Viaggiatori diversi hanno interessi, livelli di abilità e budget differenti. L'itinerario consigliato qui sotto può, quindi, essere adeguato e modificato per adattarsi a ciascuno, ma la sua attrattiva è comunque abbastanza ampia da essere apprezzato dalla maggior parte dei visitatori.

A waterfall in North Iceland.

La cosa più importante da decidere prima di arrivare è se noleggiare o meno un veicolo 4x4 per poter guidare in autonomia. Se lo desideri, sono disponibili un'infinità di pacchetti invernali self drive che ti permetteranno di visitare con facilità le destinazioni più popolari in una settimana.

Questa escursione di 2 giorni alla laguna glaciale Jökulsárlón, che comprende anche l'esplorazione delle grotte di ghiaccio, può essere abbinata a un tour self drive di 5 giorni nell'ovest (per esempio, il Circolo d'Oro e la penisola di Snæfellsnes). In questo modo potrai ammirare un'ampia parte del Paese in circa una settimana e, se puoi trattenerti un po' di più, potrai anche goderti le festività a Reykjavík.

I più ambiziosi potrebbero addirittura riunire questi due tour in un unico pacchetto self drive.

The icebergs of Jökulsárlón.

Guidare d'inverno in Islanda è consigliato solo a chi è esperto e sicuro delle proprie capacità. Quindi l'itinerario descritto qui di seguito comprende invece tour e pacchetti.

La scelta più ovvia per un qualunque viaggiatore che soggiorna in Islanda per 8 giorni è questo pacchetto invernale. In poco più di una settimana, potrai ammirare il Circolo d'Oro, la costa meridionale, la laguna glaciale Jökulsárlón, la penisola di Snæfellsnes e poi potrai decidere se sfruttare un giorno libero per vedere Reykjavík oppure per volare ad Akureyri e visitare i siti vicino al lago Mývatn.

Potrai esplorare le grotte di ghiaccio, fare una crociera o un tour in bus per vedere le aurore boreali compresi nel prezzo e infine scegliere fra una passeggiata a cavallo, una gita in motoslitta, o un tour di snorkeling.

Essendo il periodo natalizio, magari vorrai trattenerti nella capitale. In tal caso, abbinando diversi pacchetti riuscirai a ottenere la combinazione ideale di città e natura.

Harpa in Reykjavík is likely to have some sort of Christmas show going on.

Il primo giorno arriverai all'aeroporto di Keflavík, salirai a bordo del Flybus e inizierai la tua vacanza nel modo più rilassante possibile: nella Laguna Blu. Dopo esserti riposato nelle sue calme acque fino a quando non ti sarai completamente ricaricato dal volo, raggiungerai Reykjavík e ti sistemerai in hotel.

In seguito, avrai un sacco di tempo libero da trascorrere nel centro di Reykjavík per apprezzare appieno lo spirito natalizio; la via principale, Laugavegur, e tutta l'area circostante saranno interamente addobbate con luci e decorazioni.

Potrai passare altro tempo a Reykjavík successivamente, ma prima ti consigliamo di fare un giro nei dintorni. Con questo tour di 2 giorni, percorrerai la costa meridionale e la prima sera potrai visitare i siti lungo la strada per la laguna glaciale Jökulsárlón. Con un po' di fortuna, potrai ammirare l'aurora boreale che danza sopra gli iceberg.

Il secondo giorno potrai esplorare le grotte di ghiaccio prima di rientrare nella capitale.

The beauty of an ice cave.

Trascorrerai il tuo quarto giorno in Islanda godendoti ulteriormente Reykjavík. Potrai iniziare la mattinata imparando qualcosa sull'affascinante storia dell'Islanda al museo marittimo di Reykjavík o ridendo sotto i baffi nell'unico museo fallologico del mondo, prima di andare al museo all'aperto Árbæjarsafn che apre alle ore 13:00.

Qui lo spirito natalizio è davvero contagioso ed è il luogo ideale per fare dei regali davvero unici. La sera, potrai gustare una cena in uno dei magnifici ristoranti della città o scoprire la sua vita notturna in uno dei suoi tanti bar.

Il quinto e il sesto giorno potrai fare questa escursione di 2 giorni nella penisola di Snæfellsnes. Avrai l'opportunità di ammirare i suoi tanti variegati paesaggi e punti di interesse, come la montagna Kirkjufell, il ghiacciaio Snæfellsjökull e i faraglioni Lóndrangar, nonché la possibilità di avvistare foche ed esplorare grotte di lava.

Kirkjufell in the depths of winter.

Il settimo giorno, percorrerai il Circolo d'Oro. Questa sarà la tua ultima opportunità per immergerti completamente nella natura islandese, quindi ti suggeriamo di abbinarci un altro tour; non hai che l'imbarazzo della scelta: per esempio potrai osservare le balene, oppure fare una passeggiata a cavallo, una gita in motoslitta o un tour di snorkeling

L'ottavo giorno, ti dirigerai all'aeroporto di Keflavík per il volo di ritorno; se hai a disposizione più tempo, puoi usarlo per visitare meglio Reykjavík, immergerti ulteriormente nello spirito delle feste e terminare il tuo shopping natalizio.