Qual è il periodo migliore per visitare l'Islanda? Come sono le stagioni in Islanda? Com'è il tempo in Islanda? Quando si possono vedere le aurore boreali? Quando si possono vedere le pulcinelle di mare? Quando c'è il sole di mezzanotte? 



Queste sono solo alcune delle domande più frequenti che riceviamo, ma la più popolare è: "Qual è il periodo migliore per visitare l'Islanda?" ed è davvero difficile rispondere perché la natura e la fauna islandesi sono molto variegate e il tempo è davvero imprevedibile. Così abbiamo deciso di mettere insieme in un unico posto quante più informazioni possibili sul clima e sulle attrazioni stagionali!

Sommario

Com'è il tempo in Islanda?

In Islanda ci sono quattro stagioni, anche se certe volte non sembra perché il tempo cambia in continuazione. Probabilmente quando sarai in Islanda sentirai la battuta: "se non ti piace il tempo, aspetta 5 minuti". Molte persone credono che in Islanda faccia sempre freddissimo, ma non è così.

In realtà, in Islanda c'è un clima molto più mite di quello a cui farebbe pensare il nome del Paese. Questo è dovuto in parte alla corrente del Golfo che lambisce le coste occidentale e meridionale dell'isola, portando con sé il calore fin dai Caraibi!

Purtroppo, però, questo significa anche che l'aria mite dell'Atlantico si mescola con l'aria artica fredda proveniente da nord, provocando così improvvisi e frequenti cambiamenti meteorologici. Questo causa anche tanto vento e bufere nel Paese e maggiori precipitazioni nella parte meridionale rispetto a quella settentrionale.

When is the best time to visit Iceland? Here's Strokkur in wintertime!

Un altro motivo del suo clima mite è che l'Islanda si trova proprio sopra un punto caldo della Terra. Questo Paese ha un'incredibile attività geotermica: è pieno di sorgenti di acqua calda, geyser, stagni di fango, vulcani e ogni tanto si verificano terremoti.

È uno dei pochi posti al mondo in cui si possono vedere due placche tettoniche che si incontrano sulla superficie terrestre, mentre di solito questo avviene in fondo al mare. In effetti, l'Islanda si sta dividendo a metà a causa delle placche tettoniche euroasiatica e nordamericana e questa spaccatura che attraversa il cuore del Paese si può vedere bene nel parco nazionale Thingvellir, dove è possibile anche fare immersioni o snorkeling in mezzo ai due continenti. Fra qualche miliardo di anni, l'Islanda sarà spezzata in due.

Volcanic eruption in Bardarbunga, Holuhraun

Non farti scoraggiare dall'attività vulcanica o dai terremoti: quando un vulcano inizia a eruttare diventa un'attrazione e quindi le persone non scappano via, mentre i terremoti sono poco frequenti e di bassa intensità. Non si sono mai verificati grossi danni a causa delle eruzioni vulcaniche o dei terremoti, a parte la perdita di alcuni raccolti secoli fa e qualche volo cancellato in anni recenti per le nubi di ceneri. E poi le eruzioni vulcaniche sono uno spettacolo incredibile da ammirare che ci ricorda della potenza della natura!



Che temperature ci sono in Islanda?

Anche se le temperature in Islanda sono più miti di quanto ci si aspetterebbe, fa comunque piuttosto freddo! A seconda di da dove vieni potrebbero sembrarti più calde o più fredde di quello che ti aspettavi (questo dipende anche da quanto sei fortunato, dal periodo dell'anno e da quanto sei vestito pesante!).

La temperatura media a Reykjavík è di circa 1 - 2°C nel periodo invernale e di circa 12°C in estate. Le temperature a Reykjavík possono precipitare fino a -10°C o raggiungere i +10°C in inverno, mentre nel periodo estivo possono calare fino a 7°C o sfiorare i 25°C.

Reykjavík si trova nella parte meridionale del Paese; man mano che si va verso nord la differenza di temperatura aumenta. La città più grande del nord dell'Islanda, Akureyri, di solito ha più giorni caldi in estate (ma comunque con medie inferiori a quelle di Reykjavík, attorno agli 11°C), ma giorni più freddi in inverno (attorno a 0°C) e molta più neve.

Talvolta la città di Ísafjördur, nei Fiordi Occidentali, può essere inaccessibile nel periodo invernale a causa delle forti nevicate. Questo capita anche a molti altri paesini e cittadine nei Fiordi Occidentali, nel nord e nell'est del Paese.

Le temperature invernali in Islanda non sono rigide quanto quelle in Canada o Russia, ma neanche a New York o nei Paesi baltici! Nel periodo estivo, tuttavia, le giornate non sono mai torride, anche se certe volte può fare piuttosto caldo. La temperatura più alta mai registrata in Islanda è stata di 30,5°C nel 1939, nell'est del Paese.

Le temperature sono abbastanza miti per tutto l'anno e non ci sono drastiche differenze fra quelle estive e quelle invernali, come avviene per esempio a New York.

When is the best time to visit Iceland? This horse likes it in summertime!

Questo tempo "mite" è però assolutamente imprevedibile. Puoi svegliarti con uno splendido sole e poi, dopo esserti vestito, renderti conto che fuori c'è una violenta bufera di neve. Oppure puoi guidare in una valle col cielo terso, superare una collina e ritrovarti in un paesaggio avvolto da nebbia e pioggia.

Ci sono poi drastiche differenze nel clima fra le varie parti del Paese e persino a seconda se ti trovi in aride pianure, in una valle riparata o in cima a un ghiacciaio! Inoltre, quando c'è vento puoi sentire più freddo rispetto alla temperatura effettiva, mentre nelle giornate calde e senza vento la temperatura percepita può essere superiore a quella reale perché l'aria è piuttosto secca.

Foggy landscape in Iceland

Gli islandesi sono abituati a questi continui cambiamenti meteorologici e quindi se prenoti un tour che viene cancellato a causa del maltempo, riceverai un rimborso completo oppure il tour sarà fissato in un altro giorno.

Pensiamo che tutte le stagioni abbiano qualcosa di speciale. Puoi saperne di più sulle diverse stagioni leggendo qui e poi decidere per conto tuo qual è il periodo migliore per visitare l'Islanda a seconda dei tuoi gusti!

L'estate è l'alta stagione: la maggior parte delle persone viene in Islanda in questo periodo. Il tempo è più mite, le giornate sono più lunghe ed è davvero un momento spettacolare per visitare l'Islanda. Se vieni in Islanda per la prima volta, ti consigliamo vivamente di scegliere il periodo estivo.

Se invece è la seconda o terza volta che ci vieni, allora ti suggeriamo ti fare un pensierino su una delle altre stagioni. Le tariffe per la sistemazione saranno inferiori (ad eccezione forse di Natale e Capodanno!) perché si tratta della "bassa stagione" e potrai ammirare un enorme contrasto rispetto ai paesaggi estivi.

Alcune attrazioni sono disponibili solo nel periodo invernale, come le sfuggenti aurore boreali e le spettacolari grotte di ghiaccio in uno dei tanti ghiacciai dell'Islanda. Oppure potresti ritrovarti in una folle avventura con enormi super jeep e tormente di neve e tornare così a casa con racconti di viaggio più divertenti ed eccitanti del solito. E nulla è all'altezza della notte di San Silvestro a Reykjavík!

When is the best time to visit Iceland? Go for New Year's Eve in Reykjavík!


Per avere informazioni aggiornate sul clima e sul tempo in Islanda, visita il sito web dell'IMO, il servizio meteorologico islandese. Ricordati però che il tempo in Islanda può essere estremamente imprevedibile (anche in estate), quindi le previsioni vanno sempre prese con le pinze!


La primavera in Islanda 

When is the best time to visit Iceland? In spring you'll see contrast between thawing snow and the colours below :)

La primavera in Islanda comprende i mesi di aprile e maggio. Gli islandesi celebrano il primo giorno d'estate il primo giovedì dopo il 18 aprile, che è il primo giorno d'estate "ufficiale" e anche una festività nazionale. Ma non è inconsueto che in quella data nevichi. Anche se è considerato ufficialmente il primo giorno d'estate sarebbe più corretto dire che è il primo giorno di primavera. Fra aprile e maggio in Islanda ci può essere ancora qualche nevicata, ma di solito la neve si sta sciogliendo sulle montagne e sugli altopiani, è quasi del tutto scomparsa da Reykjavík e dalle coste e i fiori iniziano a sbocciare.

Questo è anche il periodo in cui gli uccelli migratori, come le famose pulcinelle di mare, fanno la loro comparsa in Islanda. Le prime pulcinelle di mare vengono avvistate ad aprile e si trattengono fino a settembre. In realtà è di un altro volatile, il lóa o piviere dorato, che si dice che porti con sé la primavera e i primi pivieri dorati si iniziano a vedere già alla fine di marzo.



When is the best time to visit Iceland? For puffins, in summertime :)

A Reykjavík in primavera possono esserci sia neve, nevischio e pioggia, sia giornate piene di sole e le temperature vanno in media da 0 a 10°C. La primavera può essere piuttosto piovosa nella parte meridionale del Paese e più secca (e più fredda) andando verso nord (vicino ad Akureyri). Gli altopiani dell'interno dell'Islanda possono avere temperature inferiori di 10°C rispetto alle coste e sono chiusi al traffico.

I colori della natura iniziano a ravvivarsi: l'erba non sarà ancora molto alta o verde, ma stanno per spuntare le foglie sugli alberi. I fiori primaverili come il croco e il giglio cominciano a fare capolino nei giardini privati e potresti vederne qualcuno anche sugli alberi. Alla fine dell'inverno l'umore della gente è migliore e c'è eccitazione nell'aria per l'estate ormai imminente.

La primavera è un periodo fantastico per i turisti in Islanda, perché c'è ancora qualche possibilità di scorgere le aurore boreali e il tempo è piuttosto mite, ma l'alta stagione non è ancora cominciata, quindi ci saranno meno persone in giro e i prezzi saranno più bassi. Anche trovare una sistemazione dovrebbe essere più facile e sono disponibili molti tour.

L'estate in Islanda

Il periodo estivo in Islanda comincia di solito alla fine di maggio o agli inizi di giugno e dura fino ad agosto. Questo è il periodo più popolare per visitare l'Islanda. D'estate in Islanda c'è il sole di mezzanotte: questo vuol dire che le giornate sono incredibilmente lunghe e le persone hanno più energia.

Colourful Icelandic summer

Le giornate si allungano sempre di più, fino al giorno più lungo d'estate che è intorno al 21 giugno. Dopo il solstizio d'estate le giornate iniziano ad accorciarsi, ma solo di uno o due minuti al giorno! I tramonti lasciano il posto alle albe in spettacolari tripudi di colori che durano anche per ore. L'Islanda è un paradiso per i fotografi che vogliono immortalare la natura nell'ora d'oro.



When is the best time to visit Iceland? For midnight sun, summertime!

Per i viaggiatori queste giornate così lunghe sono particolarmente comode: così non ti perderai mai nell'oscurità, né avrai bisogno di raggiungere una destinazione prima che faccia buio. Non ci sono tenebre! Ma non ti preoccupare: per dormire ti basterà usare le tende oscuranti!

In estate sono disponibili la maggior parte dei tour e nelle lunghe giornate estive potrai vedere molte attrazioni, fra cui montagne, ghiacciai, vulcani e cascate, che ti regaleranno fantastici contrasti di colori.

Háifoss waterfall, Iceland's second highest

Il tempo può essere ancora imprevedibile e certi anni sembra che l'estate non arrivi mai. Le temperature possono scendere fino a 5°C ma anche salire fino a 25°C! In media le temperature vanno dai 10°C ai 15°C. L'estate non è piovosa come la primavera, ma comunque ogni tanto ci sono precipitazioni. Quello che fa sembrare le temperature più basse è il vento freddo, perché l'Islanda è un Paese molto ventoso. Se sei fortunato, quando verrai in Islanda troverai delle belle giornate miti e senza vento e, se sei in città, vedrai come si riempirà di vita!

D'estate in Islanda si organizzano tanti festival musicali o campeggi e tante persone decidono di viaggiare per il Paese dormendo in tenda. Fra i festival musicali estivi ci sono il Secret Solstice Festival e l'ATP Festival, nonché un sacco di altri eventi più piccoli.

Icelandic colourful highlands

Nel periodo estivo, di solito verso la fine di giugno o agli inizi di luglio, alcune delle strade degli altopiani dell'interno vengono riaperte, dopo essere state chiuse per tutto l'inverno. Questo è l'unico periodo dell'anno in cui è possibile accedere alla famosa valle di Landmannalaugar (a meno che non partecipi a questo tour invernale in super jeep della Landmannalaugar) e alla valle Thórsmörk. Quindi se desideri fare escursioni sugli altopiani dell'interno dell'Islanda, per esempio lungo i più popolari percorsi da trekking islandesi Laugavegurinn e Fimmvörduháls, allora luglio o gli inizi di agosto sono il periodo più adatto.



L'autunno in Islanda

Autumn colours at Þingvellir national park

In Islanda l'autunno inizia alla fine di agosto e prosegue fino alla fine di ottobre o agli inizi di novembre. L'autunno è un periodo fantastico per visitare l'Islanda perché alla fine di agosto fa ancora relativamente caldo, anche se ogni giorno che passa il freddo aumenta! A settembre e ottobre i prezzi per le sistemazioni scendono e potrai ammirare gli splendidi colori autunnali dell'Islanda, forse la prima nevicata dell'anno e magari persino scorgere le aurore boreali!

L'unico lato negativo è che potrebbe esserci molto vento, pioggia e fare piuttosto freddo. Le temperature autunnali sono simili a quelle primaverili, fra 0°C e 10°C, ma l'autunno sembra più ventoso, forse a causa di tutte le foglie che cadono dagli alberi e vengono spazzate via! Ovviamente ci sono anche giornate senza vento, come puoi vedere nella foto qui sopra, scattata nel parco nazionale Thingvellir.

Quando c'è un nuovo strato di neve fresca che si mescola ai colori autunnali, al muschio e alla lava, potrai ammirare incredibili combinazioni di sfumature, come puoi vedere in questa immagine delle "cascate di lava" Hraunfossar.

When is the best time to visit Iceland? For contrasting colours, autumn!

In autunno gli uccelli iniziano ad andare via e alcuni tour come il rafting sul fiume o quelli sugli altopiani dell'interno smettono di essere disponibili. Però è anche il periodo in cui puoi andare a raccogliere funghi o frutti di bosco in campagna. In Islanda potrai trovare fragole, empetri neri e mirtilli. C'è anche il ribes rosso, ma di solito è coltivato nei giardini privati.

E ricordati di cercare le aurore boreali in cielo!

L'inverno in Islanda

L'inverno in Islanda va da novembre a marzo. Questi sono i mesi più bui dell'anno: il giorno più corto è poco prima delle vacanze di Natale, il 21 dicembre. In quella data c'è luce solo per 4 o 5 ore. Per fortuna però nel periodo natalizio ci sono tante luminarie scintillanti che riempiono ogni giardino e ogni strada!



Icelandic winter scene

D'inverno è fantastico raggomitolarsi al chiuso con una bella tazza di cioccolata calda o farsi il bagno in una delle tante piscine calde, vasche idromassaggio riscaldate o sorgenti di acqua calda dell'Islanda! In alcune sorgenti calde puoi farti il bagno tutto l'anno, ma nel periodo invernale è particolarmente piacevole.

When is the best time to visit Iceland? For ice caves, wintertime!

L'inverno in Islanda è famoso principalmente per due cose: le aurore boreali e le grotte di ghiaccio naturali. Le grotte di ghiaccio si formano sotto il ghiacciaio Vatnajökull, il più grande d'Europa, d'estate, quando il ghiaccio si scioglie e grandi corsi d'acqua scorrono da sotto il ghiacciaio stesso. Nel periodo estivo però non è possibile visitarle perché sono piene di acqua ma, quando le temperature scendono e l'acqua ritorna ghiaccio, si formano queste spettacolari grotte blu tutte da esplorare.

Early winter view of Snæfellsjökull glacier

Puoi ammirare i ghiacciai islandesi tutto l'anno: d'estate sono mozzafiato in contrasto con i colori estivi, ma è nel periodo invernale che diventano davvero spettacolari. Al contrario di ciò che pensano molti, l'Islanda non è costantemente ricoperta di neve in inverno: la neve infatti tende ad apparire, sciogliersi e poi apparire di nuovo, quindi è possibile ammirare comunque il contrasto di colori e rendersi conto dell'incredibile dimensione dei ghiacciai.

Icy landscape at Snæfellsnes peninsula, near Mt Kirkjufell

L'inverno è il periodo più imprevedibile per quanto riguarda il tempo in Islanda. Al sud, per esempio a Reykjavík, la temperatura media è di circa 0°C. Può scendere fino a -5°C o salire fino a +5°C, ma di solito non fa mai più freddo o più caldo; questo senza considerare la temperatura percepita a causa del vento.

Procedendo verso a nord, per esempio ad Akureyri o a Ísafjördur, sarai accolto da più neve e da temperature più rigide. Nulla di troppo estremo comunque, ma è più probabile che le temperature scendano fino a -10°C. Però così potresti riuscire ad ammirare incantevoli paesaggi invernali, pieni di neve, ghiaccio e ghiaccioli.



Icelandic winter waterfall landscape

Gli altopiani dell'interno sono chiusi nel periodo invernale ma alcuni ghiacciai sono accessibili. I tour dipendono dalle condizioni meteorologiche e dalla visibilità e possono essere cancellati anche con poche ore di preavviso. In tal caso, ti sarà proposto un altro tour o un rimborso completo. Quindi non dovresti ritrovarti in cima a un ghiacciaio in mezzo a una terribile bufera di neve ma, se dovesse capitare, la temperatura potrebbe scendere fino a -15°C o -20°C. Il miglior consiglio che possiamo darti è di portare con te tanti indumenti caldi, preferibilmente in lana o pile. Così potrai sempre aggiungere o togliere uno strato! 

Le aurore boreali

When is the best time to visit Iceland? Wintertime for the Northern Lights!

Le aurore boreali sono più visibili fra settembre e marzo. È impossibile vedere le aurore boreali in piena estate (giugno/luglio) perché per osservarle è necessario che sia buio e in quei mesi in Islanda le notti sono illuminate dal sole di mezzanotte. Ad agosto, le sere iniziano a diventare più scure e quindi di tanto in tanto si possono scorgere le aurore boreali. La "stagione" delle aurore va da settembre a marzo, quando le notti sono buie per un considerevole lasso di tempo.

Talvolta le aurore boreali sono particolarmente attive: per esempio, nel 2013 ci fu un massimo solare e fu possibile osservare aurore molto spettacolari.

Auroras over Jökulsárlón glacier lagoon

Nel 2012 il servizio meteorologico islandese ha introdotto le previsioni delle aurore boreali. Usando questo strumento puoi controllare quanto dovrebbe essere forte l'attività prevista in un dato momento e in una data zona. Cerca le parti bianche: indicano cielo terso, cioè quando le aurore boreali sono più visibili nell'oscurità naturale. Le previsioni non sono garantite al 100%: certe notti in cui l'attività prevista è alta (per esempio 7 su 9), potresti non vedere niente; mentre altre volte in cui l'attività dovrebbe essere bassa (1 o 2 sulla scala), potresti vedere delle aurore fantastiche.

Abbiamo un sacco di articoli sulle aurore boreali: i posti migliori per vederle, a cosa sono dovute, come appaiono, ecc. 



Colourful Northern Lights in Iceland

Allora, qual è il periodo migliore per visitare l'Islanda secondo TE?